La Strada del Fieno

Una facile passeggiata per ammirare i paesi di Pecol e Mareson da un’originaria prospettiva

Si sale con la cabinovia Pecol – Pian del Crep, da qui ci dirige verso sinistra in direzione del rifugio Cristelin, scendendo lungo la pista da sci. Lasciando il rifugio alla propria sinistra si imbocca un’ampia strada pastorale (585) e si prosegue  fino ad incrociare la strada forestale della Schirata, che scende verso il torrente Maè e lo segue sulla destra orografica. Arrivati alle belle e antiche case e fienile di De la de l’Aiva, che si superano sulla destra (la strada a sinistra riporta nel centro di Maresòn, 1334 m, dove spicca il caratteristico campanile a cipolla della chiesa di S. Valentino), si prosegue lungo la stradina sterrata fino in località Palma (1300 m ca, 30 min). Qui si trova un ristorante pizzeria e, nell’ampia conca prativa è stato allestito  un parco giochi per bambini nonché un maneggio.

Per tornare a Pècol si segue per un breve tratto la strada che porta a Pianaz, sulla sr 251. Appena dopo il ponte sul Maè si imbocca a sinistra il sentiero che costeggia il torrente sulla sinistra orografica e che lambisce il paese di Mareson.

Si prosegue su strada sterrata e poi sulla strada comunale fino in località la Grava, dove si trovano una vecchia segheria in disuso e un’antica calchera ristrutturata, dove un tempo si cuoceva la calce utilizzata per la costruzione degli edifici di Mareson e Pècol. Dirigendosi a sinistra, ovest, si attraversano quindi il Rio Canèdo e il torrente Maè e si riprende il sentiero che sale al piazzale della Cabinovia.

Cabinovia: Pian del Crep
Arrivo: Pecol di Zoldo
Tempo: 2/3 ore
Difficoltà: facile
Dislivello: 300
Dislivello: 300
Punto più alto:1.650

www.valdizoldo.net
turismo@valdizoldo.net
+39 0437789145

BATTITO: LENTO
TARGET: PER I GIOVANI/FAMIGLIE/APPASSIONATI

Giro del Spiz de Zuel O Col De L’Agnelessa

Un tuffo nella prima guerra mondiale per ammirare il panorama della ValdiZoldo a 360°

Dalla stazione a monte della cabinovia Pian del Crep si imbocca il sentiero verso il panoramico Rifugio S’un Paradis. Prendendo la direzione verso Casera Grava si trova, in località Pian del Tolp, una mulattiera militare contrassegnata dal segnavia 584, che sale prima al Col della Bissa (1.897 metri) e quindi allo Spiz Zuel (2.033 metri), fino alle gallerie e postazioni della Prima Guerra Mondiale situate sulla dorsale. Oltre ad offrire uno splendido scenario dolomitico, la visita permette di conoscere un tronco interessante delle difese italiane a cerniera tra le opere cadorine e quelle agordine. La mulattiera conserva le caratteristiche originali del 1916, con un acciottolato a regola d’arte ed una grande fontana a 1.930 metri.

Cabinovia: Pian del Crep
Tempo: 4/5 ore
Difficoltà: facile
Dislivello: 400
Dislivello: 400
Punto più alto: 2.033

www.valdizoldo.net
turismo@valdizoldo.net
+39 0437 789145

BATTITO: MEDIO
TARGET: PER I GIOVANI/APPASSIONATI

Forcella della Grava m1784

FORCELLA DELLA GRAVA m 1784

Dall’arrivo della cabinovia Pecol – Pian del Crép (m 1765), dopo il rifugio si prosegue dritti per un bel sentiero panoramico con piccoli dislivelli. Il sentiero segue dolcemente la dorsale di colli prativi, poi taglia sotto il crinale calando verso ovest fino ad arrivare ad una caratteristica piccola conca: in passato casetta di pecore, Casòt dei Bus. Dalla conca il sentiero risale e poi va traversando in piano l’altra dorsale prativa fino a raggiungere la Forcella della Grava.

AL RIFUGIO COLDAI m 2132

Dalla Forcella della Grava (3.30/4 h.) il sentiero si dirige verso ovest, ed in corrispondenza del letto di un ruscello si biforca ad un bivio importante (m 1808). Mentre il sentiero di sinistra piega su in direzione della Crépa Tonda e poi della Forcella del Van delle Sasse (m 2476), il sentiero più marcato porta su verso il Civetta. Questo sale verso la costa fino al letto ghiaioso del livinàl che si trova in prossimità del Col Grand (m 1900 0.30 min.) Dal Col Grand il sentiero ben tracciato prosegue ripidamente fino a raggiungere il sentiero Tivàn (m 2217 1.30h dal C.G.) che permette di raggiungere il Rifugio Coldai (m 2132), dopo aver attraversato, con continui saliscendi e brevi tratti attrezzati, tutto il versante zoldano del monte Civetta.

Cabinovia: Pian del Crep
Tempo: 4/5 ore

Situazione sciabilità:

Temperatura

18.0/24.0 °C

Cm di neve

/ cm

Ultima nevicata
05/05/2019

Impianti aperti

Seggiovie 0/4

Sciovie 0/3

Cabinovie 0/1

Km di piste aperte

Blu 0/6

Rosse 0/10

Nere 0/3